Sky e Mediaset potrebbero essere vicine ad un'intesa per la cessione di Premium




Mediaset
è da tempo alle prese con la ricerca di una soluzione per Premium, la pay TV sul digitale terrestre. Le vicende intercorse a causa del
fallito accordo tra la stessa Mediaset e Vivendi sono ormai ben note a tutti. Fino ad oggi sono state prospettate molteplici soluzioni, nessuna delle quali si è poi concretizzata. La situazione potrebbe però essere vicina ad una svolta. Il Sole24 Ore riporta oggi una interessante ricostruzione. Dopo la scalata di Vivendi a Mediaset si sarebbe aperto un confronto tra Sky e Mediaset per la cessione di Premium. L'interesse della pay TV satellitare è noto da tempo: si parla di contatti tra le due compagnie ben antecedenti alla vicenda con Vivendi.
Proprio l'acquisto del 28,8% di Mediaset da parte di Vivendi avrebbe creato le condizioni necessarie a riaprire la trattativa. L'operazione ha infatti sostanzialmente "liberato" Mediaset da ripercussioni sul piano legale. Va inoltre considerato che la cessione di Premium non richiederebbe alcuna assemblea, poiché di competenza del consiglio di amministrazione. Secondo quanto riportato dal Sole24 Ore, dunque, il dialogo tra Sky e Mediaset sarebbe non solo in pieno svolgimento: nelle ultime settimane vi sarebbe stata un'accelerazione, motivata dalla necessità di stringere i tempi. Se Vivendi dovesse decidere di lanciare un'OPA (Offerta Pubblica di Aquisto) su Mediaset, quest'ultima non potrebbe più mettere in atto delibere societarie pregiudiziali al buon esisto dell'operazione. C'è anche il pericolo che i francesi richiedano un allargamento del consiglio di amministrazione: anche in questo caso potrebbero insorgere problematiche inerenti le operazioni in grado di impattare sensibilmente sulla società (la cessione verrebbe quindi bloccata). Sulla valutazione di Premium sussisterebbero ancora differenze, tra Sky e Mediaset, ma meno rilevanti rispetto al recente passato.
Sui rapporti tra Vivendi e Mediaset non sembrano esservi evoluzioni. Nel mentre incombe ormai la data fissata (21 marzo) per la prima udienza della causa civile avviata da Mediaset e Fininvest per la mancata esecuzione del contratto siglato con Vivendi. Si attende poi anche la pronuncia di Agcom sula concentrazione delle quote di controllo di Telecom e Mediaset in capo ai francesi (anche se difficilmente arriverà un via libera).

Fonte: hdblog.it